Il contenitore per i trucchi di

mia madre. I biglietti usati e accartocciati che ritrovo nei giacconi. Il mare increspato che si tinge di verde. La sabbia che rimane sulle infradito dopo la doccia. Le notti a camminare da solo le strade. Le paure che mi accompagnano da quando ne ho memoria. I miei cd originali perfettamente catalogati. I sorrisi regalati per smorzare la tensione. Le mattonelle all’americana del bagno. La scrivania sempre in disordine al lavoro. I foglietti spiegazzati nel portafogli. Il mio libro in bacheca accanto a quello di autori famosi. I videogiochi sulla scrivania. I cellulari vecchi nell’armadio. Il mobiletto del bagno pieno di cose assurde. Le carezze che non ho dato. Il computer di ultima generazione. La finestra che da sulla piazza. La macchina che ho quasi finito di pagare. L’occasione per la casa che devo e voglio comprare. Le parole che trattengo e che invece vorrei dire. La notte e i silenzi che mi fanno compagnia. Le raccomandazioni di mia madre. Il ticchettio irregolare dei tasti che premo. Il pensiero costante al viso che vorrei qui accanto e che probabilmente consuma sogni sul suo cuscino. La non sicurezza nelle scelte fatte. I messaggi notturni di Sofia. Un abbraccio che anche ora non posso avere. L’orologio della cucina che scandisce i secondi. Il condizionatore che si porta via un po’ dell’estate. I ricordi che sono lontani, ma mai abbastanza lontani. Silvia che mi sopporta qualunque cosa faccio. Quel mio essere spiccioli d’artista. Quei sogni che ancora non conosco e che forse si realizzeranno. I visi che non ho più incrociato. Le frasi che potevo evitare. Un film che ho già visto e che mi continua a piacere. L’inadeguatezza di certe occasioni. La consapevolezza di molte altre. I peluches delle mie ex che non ho mai buttato. Lo stereo in camera che consumavo e che ora è stato abbandonato per gli mp3. L’incanto di quando senti che sta girando. La felicità di quando ti accorgi che la vita è soprattutto bella. L’affetto di chi ti ama nonostante tutto. La speranza che è compagna fedele di ogni giorno. La fotografia con mio padre dell’84. La musica che passa in sottofondo. Ogni giorno che non ho ancora vissuto.

This entry was posted in Gianni D'Ambra and tagged , , , . Bookmark the permalink.

20 Responses to Il contenitore per i trucchi di

  1. Danae78 says:

    …le tue parole… descrivono il tuo mondo, l’insieme delle tue emozioni… ma rispecchian anche quel che succede un pò a tutti noi…

    Leggerti regala sempre una bella sensazione…

    Buona domenica Gianni…

    Un sorriso… 🙂

  2. nonscordarmi says:

    @Danae78

    Penso in fondo che la vita sia il nostro massimo comun divisore. Ci ritroviamo in dettagli di quelle altrui perché cambiano i protagonista, ma non i contesti.

    Grazie a te per leggermi sempre piccola 🙂

    Buona Domenica, baci ;*

  3. GealDubh says:

    Un post intriso di quotidianità che vale. Mi piace ed in effetti, da protagonista di vita, me lo sento ben cucito addosso in certi punti.

    Buona Domenica

  4. nonscordarmi says:

    @GealDubh

    Sono contento tu l’abbia indossato, davvero, buon fine Domenica 🙂

  5. WolfsLair says:

    ehi ometto super impegnato.. la buonanotte vediamo se riesco a dartela più tardi di te, stanotte… mi becchi sempre che dormo già.. un bacio piccolo piccolo…

  6. Le foto sul muro, una tela da finire, i disegni arrotolati e messi in un angolo, una canzone che ricorda un momento, il mare d’inverno, frasi di amici su post-it in giro per casa… Bello questo post! 🙂

  7. nonscordarmi says:

    @WolfsLair

    Bacino ricambiato, apprezzo evidentemente il pensiero..;-) Buon inizio di settimana!

    @Dragonflylife

    Potremmo metterci ancora e ancora molto, non e` da escludere che un giorno ci rimettero` mano scrivendo qualcosa di analogo. Amo strappare dettagli al quotidiano 🙂

    Grazie mille.. !

  8. ibella says:

    mmmm….hai descritto quasi tutto ciò ke ti circonda…ma ora ti devo rimproverare….nn hai messo l’infermiera personale ke ti fa passare il mal di testa….e i suoi messaggini di affetto…

    E’ grave!!!

    Allora oggi ti meriti solo un bacio di quelli piccoli piccoli……

  9. nonscordarmi says:

    @ibella

    eheh.. era un post sul momento esistenziale;-) Grazie infermierina! Ti bacio

  10. ibella says:

    eeee nn trovare scuse…c’ero anke io nel momento esistenziale ;-)…

    vabbè…per questa volta ci passo su…se no viene a me il mal di testa…causato da malokki…;-) e dopo ki mi cura??

    Un abbraccio….

  11. acquadolce77 says:

    …il pensiero costante al viso che vorrei qui accanto e che probabilmente consuma sogni sul suo cuscino…oddio…stupendo…come sempre:)

  12. nonscordarmi says:

    @ibella

    ahaha ci sei sempre! Onnipresente, costante, persistente!;-P

    Quando hai il mal di testa.. Accorro!;-) Bacio

    @acquadolce77

    ..mi emoziono io per te.. perché davvero a rileggerla così emoziona.. Grazie di cuore per averlo sottolineato 🙂

  13. Mi ha emozionato il tuo mondo. Grazie. Il tuo blog mi fa compagnia in questi momenti nn proprio felicissimi…

    Sweet dream.

    PS. Posso sapere di che videogiochi parli?

  14. nonscordarmi says:

    @madamebutterfly

    Sono io che ringrazio te.. Stai serena le cose gireranno.. |

    Cmq seguo i videogiochi da sempre, ora sono alla generazione Playstation 3 e Xbox360 anche se accenderle e farsi una partita e` utopia.

    Buongiorno 🙂

  15. nonscordarmi says:

    @thesweetair

    Buongiorno! :*

  16. scharta says:

    Post stupendo,che descrive la tua quotidianetà,ma per molti aspetti anche la mia…non ho parole…passare sul tuo blog è un modo dolce per iniziare un’altra giornata… GRAZIE,anche se non ti conosco!!!

  17. nonscordarmi says:

    @scharta

    Grazie, grazie, grazie a te.. Ti auguro di cuore una buona giornata 🙂

  18. Anche per me purtroppo è una utopia, e mi manca tanto giocare!

    Il live con la 360 è fighissimo!!! Magari un giorno ci si becca! Buona giornata (tra un pò è l’alba….)

    Sweet Dream.

  19. nonscordarmi says:

    @madamebutterfly

    Una donna con la 360 e` un miraggio;-)) Buona alba!

Rispondi