Chiedo scusa per

essere scomparso così, ma questi giorni sono scivolati in fretta tanto da non poter fermarmi un attimo a raccogliere gli ultimi pensieri nè a raccontarvi quanto mi è accaduto.
Sabato scorso abbiamo festeggiato il mio compleanno. C’erano quasi tutti gli amici di sempre, qualcuno non è potuto venire, qualcun altro era in cielo a guardarci (un bacio Albertone), qualcun altro non è più un amico. Vorrei elencarli soprattutto per rileggerli da qui a chissà quanti mesi: Fulvio, Nina, Luca, Manuela, Giulio, Valeria, Chiara, Fabio Paglia, Fabio Nerone, Roberta, Luca lo spacciatore di sonno e Emanuele più un paio di pargoli e Fabietto De Caro, padrone del locale.
Abbiamo mangiato benissimo, pagato alla “romana” d’altronde, offrire una cena a più di 10 persone iniziava ad essere dispendioso ^^
Ho cmq offerto un paio di prosecchi nonché la torta (ottima) e Fabio è stato clemente nel conto.
Giulio, Manuela, Nunzio e Alessia, tramite i primi due, mi hanno regalato un pigiamone caldissimo della Benetton con anne calze antiscivolo (che forse non userò mai) e boxer in abbinamento al pigiama. Mentre gli altri davvero un bel maglione verde con zip della stessa Benetton.
Ovviamente ho dovuto limitare gli invitati a quella sola comitiva, viceversa non avrei saputo come gestire la cosa, tanto più che le tre (o quattro se vogliamo) comitive che frequento sono parallele ma di tipologie molto diverse fra loro.
Dopo la cena, quasi fosse dovuto, siamo finiti in un pub a bere una birra, in seguito dopo essermi congedato con loro, mi sono incontrato con i ragazzi della chat, che già nel pomeriggio avevo incontrato perché anche loro mi avevano fatto un regalo, anzi due, una sciarpa nera e un maglione nero.. in stile con i miei gusti..bravi ragazzi ^^ E’ stata la prima volta che ho rivisto da vicino Federica.
Poi verso le 4 di mattina dopo esserci sparpagliati e finiti in piazza, siamo andati finalmente a casa.. ero onestamente stremato.
Il giorno dopo mi sono svegliato.. il pomeriggio praticamente.. e sono corso a pranzo con i miei come avevo programmato.. i miei tenerissimi mi hanno regalato un girocolo e due bracciali in oro bianco e un anello in argento. Adorabili, non per i regali ovvio, ma per l’amore che mi offrono da sempre nonostante mille incomprensioni e screzi.
Il tardo pomeriggio e la sera sono stato ancora con Federica, Simone, Elisa, Silvia e Enrico. Una novità per me, abituato a passare il mio tempo con altre persone e in un contesto sicuramente nuovo. Federica è una bella persona, carina certo. Ma il problema resto sempre io con i miei dubbi, i miei se, i miei dovrei o potrei o vorrei o non vorrei.. “E’ la vita che accade”.
Patapàn, staremo a vedere.
E com’ è la vita da ventisettenne? Di solito si risponde “è tutto uguale, tutto come sempre”. Ma non è vero. Non mi sento per nulla uguale a ciò che ero 10 o più anni fa. Sono cresciuto è evidente, come è evidente che ho un altro modo di propormi rispetto a ciò che vivo a quello che mi sta intorno. Non è stato un cambiamento netto, ma una crescita costante, graduale. E mi piaccio, forse troppo, ma l’essere conscio di quello che si è aiuta in una maniera spropositata. Il punto ancora oggi è un altro: “cosa voglio”?
E domani, si riparte.. Buonanotte a tutti.

P.S. Stella si è riavvicinata a modo suo, di Roberta nessuna traccia.. ma non ci penso quasi mai.

This entry was posted in Compleanno, Gianni D'Ambra, Spiegazioni and tagged , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

5 Responses to Chiedo scusa per

  1. FiocoTram says:

    Cosa voglio?

    Beh,tanto non lo scoprirai mai,anzi continuerai a chiedertelo,e a darti risposte…e il bello(e brutto) e’ proprio questo.

    Buona vita!

  2. cosa vuoi? prima di tutto vivere e godere ogni attimo della tua vita, poi è giusto che i cambiamenti non siano radicali, ma progressivi con le tue emozioni,…il non vissuto lascia fantasmi nella nostra anima.

    l’amore della famiglia nonostante gli screzi resta quello più vero e incondizionato.

    ancora auguri cucciolo….

  3. utente anonimo says:

    tesoro è la prima volta che accenni direttamente me..è un onore oltre che un piacere esserti vicino!Chiarisci i dubbi dentro te perchè solo così troverai la scia della felicità..nn per gli altri ma per te stesso!ricorda che la vita è adesso..”sospiro per aver del bene se solo può far bene pure a te”.un bacio

  4. Tesoro, sei tornato finalmente!!

    Non so se ti ho offeso, ma non volevo..scusami!

    Allora sabato ti sei divertito?

    Era il compleanno del mio babbo e anche io ho mangiato benissimo in un agriturismo qui dalle mie parti…Purtroppo per la mia linea, il cibo è uno dei miei più grandi piaceri..

    Buonanotte e torna presto..

    Ti abbraccio forte!

  5. 0DeVoN0 says:

    azz mi pento di non avert postato prima qui, xke leggo dei tuoi commenti fuori luogo… (come i miei questo periodo se vuoi fare il bastardo ^^) xke la vita di un 27, 37 o 47 è uguale. E’ vita.

    Cambia l’esperienza che si matura in noi e che coinvolge tutta la nostra maturità. Ma se ci pensi solo 1 secondo.. puoi tornare bambino esattamente come 10 anni fa.. ed è bellissimo.

    Come direbbe una canzone dei tiromancino, cosa cerchi veramente:

    “E non è difficile alzare lo sguardo

    Staccarsi per un attimo da tutto e diventare un altro….”

Rispondi