Oggi sono uscito con Federica e

mi sono sfogato credo come quando avevo quindici anni.. per cercare di ordinare idee ed emozioni.. ma il peso era grande.. e ho impiegato davvero ore a venirne a capo.. Grazie Fede.. grazie davvero per avermi sopportato..e poi non lo so uno scambio di messaggi intenso con Stella.. ha cambiato tutto.. “questa canzone la dedico a Stella, l’unica persona che vorrei abbracciare ora ma non è purtroppo qui stasera” ed è partita quasi subito la base di “tutto in un abbraccio”, e Luca, Nina e Simona che mi hanno guardato.. imbarazzante.. ma quanto mai sentito..adesso filo a letto.. domani è l’ultimo vero giorno di ferie.. senza dubbio rimarrò con la tv accesa.. per sapere se ci sono novità.. per questa storia di un uomo così grande.. che già mi addolora per il vuoto che lascerebbe.. Buonanotte.. torno a sognare..

This entry was posted in Gianni D'Ambra and tagged , , , . Bookmark the permalink.

One Response to Oggi sono uscito con Federica e

  1. utente anonimo says:

    Ho riletto un po’ il tuo diario intricato. Il tuo carattere lo sento davvero scorrerti nelle vene. Non lo molli mai. Lasciami dire una cosa però, se io fossi in te… dedicherei solo una canzone in questo momento a Stella.

    Non ho bisogno più di niente adesso che mi illumini d´amore immenso fuori e dentro

    Credimi se puoi, credimi se vuoi

    Credimi e vedrai non finirà mai.

    Ho desideri scritti in alto che volano

    Ogni pensiero è indipendente dal mio corpo

    Credimi se puoi, credimi perché

    farei del male solo e ancora a me

    Qui grandi spazi e poi noi

    Cieli aperti che ormai non si chiudono più

    C’è bisogno di vivere da qui…

    Vivimi senza paura che sia una vita o che sia un’ora

    Non lasciare libero o disperso questo mio spazio adesso aperto ti prego vivimi senza vergogna

    anche se hai tutto il mondo contro

    Lascia l’apparenza e prendi il senso e ascolta quello che ho qui dentro…

    Così diventi un grande quadro che dentro me

    Ricopre una parete bianca un po’ anche stanca

    Credimi se puoi credimi perché farei del male solo e ancora a me

    Qui tra le cose che ho, ho qualcosa di più

    Che non ho avuto mai, hai bisogno di vivermi di più

    Hai aperto in me la fantasia

    Le attese, i giorni di un’illimitata gioia

    Hai preso me, sei la regia

    Mi inquadri e poi mi sposti in base alla tua idea…

    Vivimi senza paura

    Anche se hai tutto il mondo contro

    Lascia l´apparenza e prendi il senso

    E ascolta quello che ho qui dentro.

    [B. Antonacci]

    Tam tam tam tam tam tam tam tam tam tam…

    Un bacio tesò… dal cuore.

    Morè…

Rispondi