Eccomi dopo un dovuto distacco

a raccontarvi gli ultimi avvenimenti. Breve ma importante premessa: sono felice. Venerdì sera sono arrivato da Milano in orario e lungo la strada, dopo qualche chiacchiera con papà e un saluto veloce a mamma, giunto a casa, sono andato in giro a salutare gli amici sparsi per i pub. Più tardi, Stella si è liberata dalle prove per il musical e ci siamo incontrati per andare a prenderci qualcosa  al Kirby’s assieme a parte del suo gruppo. Rivederla mi ha palesato l’effettiva sua mancanza fisica nei miei giorni al nord.  Ho rivisto Fabrizia e Cristiano, con quest’ultimo ho una certa simpatia a pelle, riscontrata anche fuori quando siamo andati a fumare. Il gruppo, piano, piano si è sciolto, ed io e Stella siamo finiti sotto casa sua, tra coccole, risate e ironiche e simpatiche prese in giro. Dopo la buonanotte sono corso a casa e sabato mattina mi sono alzato alle undici per andare da Piero a lezione di canto. Nemmeno ho fatto in tempo a pranzare, che sono corso con Giulio in una saletta improvvisata per registrare dei pezzi per l’imminente compleanno di Stella, ma purtroppo il cd che ne è uscito fuori, per motivi a me sconosciuti, non viene letto da nessuno dei lettori che ho in casa e quindi questa sorpresa è andata a monte. Verso le sette, da Gallandt, ho acquistato il necessario per impacchettare i regali, cosa che ho fatto di lì a poco come ci sono arrivato. Ho visto il primo tempo della partita, la Roma vinceva, mi sono preparato e sono corso all’Easton per cantare qualcosa. Ma la serata di Karaoke era saltata ed è stata improntanta sulle chiacchiere. Dapprima con Luca, arrivato dallo stadio, poi si sono aggiunti Manuela e Nunzio. Ancora Fabiana ed Andrea, poi Fulvio e Nina. Più tardi si è aggiunto anche il Luca piccolo, che per differenziarlo scriverò Luca 🙂 A mezzanotte, ho chiamato Stella per farle gli auguri, era evidente si stesse divertendo, ed ero ovviamente felice per lei, era appena iniziato il suo giorno. Abbiamo preso accordi per vederci non appena sarebbe tornata con gli altri dalla cena ad Ariccia. Verso le due ho salutato gli ultimi che erano rimasti con me, Stella mi ha squillato e sono andato ad aspettarla sotto casa. In cinque minuti è arrivata accompagnata da Fabrizia e Cristiano. Più da lei che da lui: Cristiano era in uno stato pietoso.  Arrivata, le ho fatto ovviamente gli auguri e ci siamo diretti sul lungomare. Dopo qualche chiacchiera relativa alla serata appena trascorsa e dopo le coccole che non bastano mai, ho preso la bottiglia di Brachetto che avevo dietro, per brindare insieme. Dopo qualche minuto è arrivato il momento dei regali, avevo in mano due pacchi identici: “vuoi il pacco A o il B?” 🙂
Stella ha scelto uno dei due pacchi e scartandolo ha trovato la prima stagione televisiva in dvd di Dawson’s Creek. Mi ha ringraziato con affetto ed entusiasmo, poi le ho dato l’altro, che ha immediatamente scartato, per trovare invece la prima serie di Friends. Ancora ringraziamenti, baciotti, abbracci.. poi la guardo e le chiedo: “ma scusa il pacco C non lo apri?” 🙂
Sorpresa, prendo l’ultimo pacchetto nascosto, una bustina di Diddl, con dentro ciò che credo sia l’omaggio adatto a questi vent’anni belli: l’ultimo anello della collezione della Breil.
Ci siamo chiusi poi nel nostro piccolo mondo dove il resto è effimero e non ha peso 🙂
Alle cinque l’ho riaccompagnata a casa, ma come da tradizione per i migliori romanzi, Stella si è autocreata il colpo di scena. Aveva lasciato le chiavi di casa nella borsa, in macchina di Cristiano. Potete ben immaginare l’espressione di suo padre nell’aprirle la porta a quell’ora ^^
Teneri poi i messaggi di buonanotte e ringraziamento di Stella..
Questa mattina, mi sono alzato che sembrava mi fosse passato un Eurostar sopra. Alle 10 e mezza ero sotto casa ad aspettare Luka per andare a prendere i fiori da portare a Stella. Speravo di fare prima, ma di tutti i fiorai che abbiamo girato in lungo e largo per Ostia, solo l’ultimo (chiaramente) aveva le orchidee da associare a tre rose rosse. Tre perché, è la terza settimana che rifrequento/sto con Stella. Pioveva e grandinava a dirotto, siamo arrivati alle undici e mezza sotto casa sua e ho spedito Luka a consegnare il bel mazzo di fiori. Ma non era andato tutto secondo i piani, Luka l’ha incontrata praticamente nel cortiletto e poi l’ha accompagnata fin su casa facendo finta di essere un fioraio 🙂 Poi sono andato a messa, era tantissimo che non andavo, Luka è venuto con me e si è scoperto l’arcano, ovvero, non era un vero fioraio ^^ Stella ne aveva il dubbio aveva visto la sua foto, poi l’ho presentato agli altri presenti, soprattutto volevo vedere la reazione di Eleonora. Ho preso accordi poi con Stella per vederla questa sera, ormai tra pochissimo, andiamo ad un pub a Fiumicino. Nel pomeriggio mi sono visto con Eleonora per un caffè ed abbiamo parlato un pò. Conosco ormai i suoi punti di vista su ogni cosa che la circonda. Salutatola, lasciandola con Linda, ho preso qualcosa all’Old Fashion con Manuela e Fabiana, ed ora mangio un boccone e vado appunto a prendere Stella.
Insomma.. E’ un bel tempo, non climatico certo, ma di vita. Una stagione bella che spero prosegua per tanto. E se come spero, quello che ci accade nella vita è perché siamo noi a costruirlo, come ho scritto nella lettera di auguri che ho dato a lei, allora continuerò a costruire in questo senso. Ancora auguri tesoro.. E buona serata a tutti 🙂

This entry was posted in Amore, Gianni D'Ambra and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Eccomi dopo un dovuto distacco

  1. Ciao tesoro…Mi fa davvero piacere che tu sia felice…Sei dolcissimo, i regali sarebbero tanto piaciuti anche a me.

    Come va la vita a parte quest’ultimo episodio? Io sono davvero felice, tutto (o quasi) mi va bene a parte piccoli inconvenienti che possono capitare.

    Fammi avere presto tue notizie.

    Ti abbraccio forte. Roberta.

  2. thericcia says:

    a me ke regali?? tra un po è il mio onomastiko!!! 😀

Rispondi