Eccomi di ritorno a casa.

Oggi è stata davvero una buona giornata, tutto il contrario di ieri dove la fiacca e l’umore minavano al mio benessere. Tanto che alle undici meno un quarto mi sono messo a letto, non prima però di aver alzato la suoneria del cellulare al massimo, per sentire Stella al ritorno dal concerto dei Subsonica anche se mi fossi addormentato. Come poi è successo. Le belle abitudini vanno mantenute. Non vedevo l’ora di ritornare a casa per continuare a scrivere il libro. Le uniche due persone che hanno il link per leggerlo, hanno apprezzato moltissimo. Ovviamente è una bozza e quello è solo un incipit, andrà editato per benino, alcune parti riscritte e tagliate, ma farò del mio meglio. Sento la vita addosso, in ogni cosa che faccio, la serenità tipica di chi sa che è quasi arrivato. L’amore di Stella e la stima e l’affetto delle persone che vivo, mi caricano sempre di più e tutto sembra raggiungibile.

vivi ogni istante come fosse l’ultimo

Questo non è praticabile, calpesterei i diritti di molte persone facendolo.. ma posso vivere ogni istante con la stessa intensità dell’ultimo. Passate un buon tempo, mi butto a scrivere.

This entry was posted in Amore, Gianni D'Ambra and tagged . Bookmark the permalink.

Rispondi