tra un venti ore io e Federica saremo sotto il palco dove canterà Francesca. E’ chiaro che fremo. E’ altrettanto chiaro che non mi aspetto nulla, non così e non ora. Ma devo fare lo stesso le mie mosse, odio la stazionarità, lo starmene con le mani in mano ad aspettare i venti favorevoli e la vita, per come la vedo io, va affrontata. Con intelligenza ovviamente. Staremo a vedere. In base al mio umore Lunedì probabilmente rimetterò il blog al suo posto, d’altronde mi sento un cane ad aver tolto la possibilità di leggerlo alle persone che lo avevano visitato tanto in questi mesi. Certo, Di Un Amore, a questo punto se non per brevi stralci rimarrà privato. Ormai quel romanzo vive di suo, ha un’anima propria, l’ultimo editing, gli ha fatto davvero bene e chissà quanti ancora ne subirà fino alla pubblicazione. Uniche due utenti di questo blog, vi strabacio e vi auguro dei buoni sogni. Faccio la valigia e mi “godo” questo caldo torrido prima di addormentarmi ^^ Tutto scorre..

..a vote, più che bisogno di un mondo nuovo, c’è bisogno di occhi nuovi per guardare il mondo..
(Claudio Baglioni – Senza musica)

Categories:

7 Responses

  1. ps: sta a vedè che baglioni è diventato pure aforista… ghghghgh

    ‘Porta porteseeee cosa avraaaai di piùùùùùùùùùùùùùùùùùù’ ^^

  2. ma baglioni da quando s’è im-brizzolato è diventato truzzo! ;P quando mi darai il permesso ti concederò l’onore supremo di essere aggiunto ai miei contatti msn… ^^

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: