E così ho fatto piangere Francesca.

Inserito il dvd di Madagascar, il film non parte. Da lì è partito il melodramma, Francesca si è immediatamente trasformata nella miglior attrice che io abbia mai visto fino a riuscire a piangere con tanto di lacrimoni: un applauso per l’interpretazione da Oscar. E cmq la giornata di ieri è stata veloce, come tutti i giorni mi sembrano più corti ultimamente, sarà che quando stai bene il tempo davvero non basta mai. In ufficio è passata come tra il lavoro, i colloqui dovuti con quelle delle agenzie e le chiacchiere su Msn. Alle cinque sono corso via, i miei mi aspettavano per andare insieme a San Paolo dove dovevo ritirare i pezzi del pc di Francesca. Tornati ad Ostia, Luca mi aspettava già sotto casa per l’assemblaggio, ma unfortunately, quei cazzoni del negozio hanno scambiato una scheda madre per Amd con una per Intel e ce la siamo presa dietro. Oggi lo finiamo di montare. Poi verso le 20 sono andato da lei e ci siamo uccisi dalle risate guardando Paperissima. Siamo passati al volo da Susanna per prendere il monitor che le ha venduto e tornati a casa è accaduto il fattaccio del dvd di cui sopra. Il restante tempo lo abbiamo diviso in risate, coccole e chiacchiere leggere per poi riprendere il via questa mattina. Sto proprio che bene e vediamo se riusciamo a stringere per il discorso casa che la cosa si fa veramente interessante. Passo.

This entry was posted in Amore, Gianni D'Ambra and tagged , , . Bookmark the permalink.

Rispondi