E’ tardi pure stasera.

E’ stata una giornata piena, ormai non ci si discosta più da questo modo di vivere. Scrivo poco, mi si chiudono gli occhi, dovevo finire il backup del pc, ma non ce la faccio. Oggi è arrivato il computer nuovo, ma ho montato solamente il display. Quante cose cambiano. Oggetti, persone, emozioni, pensieri, stati d’animo. E’ tutta una evoluzione, dentro e fuori. Sono contento però, negherei se affermassi il contrario, stasera siamo stati all One for all, c’era anche Pulcino e in aggiunta a Simone anche Flavia, che si è fatta carina e sono contento per la loro storia, magari hanno trovato un po’ di pace.
La canzone che sentite in sottofondo è acqua di Raf.
Come sarebbe bello se fossimo tutti trasparenti e senza maschere.
Ringrazio tutte le persone che mi sono vicine, vecchie e nuove, siete impagabili.
Un bacio grande a Silvia.
Mi girano in testa dei pensieri. Belli.
Mi vesto di un sorriso sincero  e vado a dormire. Domani è un’altra puntata..

Acqua siamo noi, che si può bere,
acqua siamo nella quale si può affogare,
tuffandosi nell’acqua che ti apre un varco,
poi ritorna ad abbracciarti,
ad assecondarti nel nuotare.

Noi siamo così imprevedibili, come acqua noi, come onde,
un filo d’erba che germoglia senza far rumore,
poi con l’acqua si addormenta sotto il sole che evaporando
su una nuvola se ne và,
così noi.

Ci si lascia per potersi rimpiangere,
ci si perde per potersi cercare,
ma pensarci ogni volta che respiri
e il respiro ti viene a mancare.
E volersi per potersi perdere,
poi aversi per lasciarsi scappare,
per capire che era tutto inutile
e che in un amore puoi anche affogare.

Prendere e lasciare, avere e dare
in una gara a inseguimenti,
senza vincitori né perdenti,
noi siamo così indomabili, acqua siamo noi,
di un fiume che non dorme nel suo letto
finché al mare arriverà,
così noi

Ci si lascia per potersi rimpiangere,
ci si perde per potersi cercare,
ma pensarci ogni volta che respiri
e il respiro ti viene a mancare.
E volersi per potersi perdere,
poi aversi per lasciarsi scappare,
per capire che era tutto inutile
e che in un amore puoi anche affogare.

Ti sento mancarmi ogni giorno di più.
Io ti sento ogni volta che respiro
e il respiro mi viene a mancare.

This entry was posted in Canzoni, Gianni D'Ambra and tagged , , , . Bookmark the permalink.

One Response to E’ tardi pure stasera.

  1. HILLY83 says:

    Stai latitando…il mio blog piange e richiede tuoi commenti autografi. Bacio trans.

Rispondi