tra avvii e rinvii, di coordinate scordinate in pagine di una vita inchiostrata e da inchiostrare. Sfogliarle e ridere, difendere, prevaricare, scoraggiare e ammirare. Infilare il filo nella cruna del passato, presente e futuro, legarli così, stretti, quasi a rilegare. Riporlo, immaginare, rendersi conto che c’è ancora molto da fare. E tu, hai paura di leggerti dentro?

Categories:

3 Responses

  1. Futuro: c’è ancora molto da fare…e allora concentriamoci sull’oggi e il domani, imparando dal passato ma senza improntare la nostra vita su di esso…si può ancora sognare.

  2. Si, spesso ma è dopo che hai fatto ‘cazzate’, hai toccato il fondo, che togli la maschera e fai i conti con te stesso/a. E guardarsi indietro servirà solo a non commettere gli stessi errori…forse.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: