Ho una pesantezza di testa a livello primordiale.

Ieri notte ho esagerato un po’. E fortunatamente non sono andato al Vintage alla chiusura del pub. Siamo stati bene, tra risate, scenette assurde (la nocciolina in mezzo al seno di R, eh Ema?). Ma oggi ne pago le conseguenze. Sabato all’insenga della tranquillità, almeno fino a stasera. Spero solo che non mi chiami Stefano per andare ad incidere. Strofa o non strofa oggi non ce la faccio. Il resto sono i soliti pensieri, di una vita che cambieresti, ma non radicalmente, di imposizioni che mi sono fatto per evitare altre idiozie e di promesse che voglio mantenere, come quella di riuscire a stare da solo fin tanto non saprò bastarmi veramente. Perché non voglio ferire altri sentimenti. E non voglio più risvegliarmi capendo che quello che provo non è amore. Vado a tuffarmi in una lunga doccia. Buon tempo.

This entry was posted in Canzoni, Gianni D'Ambra and tagged , . Bookmark the permalink.

5 Responses to Ho una pesantezza di testa a livello primordiale.

  1. HILLY83 says:

    L’esercizio in cui ti stai cimetando diventerà abitudine… una volta riuscito a rimanere svincolato da una storia al momento sbagliato, potrai trovare finalmente la donna che fa per te…perché non sarà una necessità ma un valore aggiunto.

    Ti abbraccio

  2. Lenor says:

    Uff, beato te… Anche io volevo uscire ieri sera, ma sono rimasta a casa a vedere la tivvvvvvvù! 🙁

  3. anomisluna says:

    E’ sempre meglio esagerare che stare fermi, no?

    🙂

    per i risvegli e relativi pensieri c’è sempre tempo

  4. utente anonimo says:

    STAI DIVENTANDO NOIOSO…..

  5. nonscordarmi says:

    *Ila

    Come al solito sono d’accordo con te.. Ti abraccio 🙂

    *Lenor

    E tu chiama me o Ila e ti portiamo a spasso ^^

    *anomisluna

    Vero 🙂 Ma il tempo vorrei non perderlo e viverlo al meglio..

    *anonimo

    Non e’ che e’ necessario che vieni qui eh? ^^

Rispondi