E mentre casa mia sembra

sotto assedio come durante la rivoluzione francese (Silvia qui tu dovresti saperne MOLTO più di me) ho deciso che oggi mi dedico allo shopping selvaggio. Non fosse altro che ho gli occhi da poco scollati e che un paio di caffè non so se basteranno a rendermi subito attivo. D’altronde dormire, con mio fratello che russa con tale intensità, è abbastanza improbabile. Forse un giorno mi rallegrerò con dei tappetti di cera prima che torni a farmi visita.
Andrò anche a recuperare la videocamera da Manuela, vediamo che cosa è uscito fuori.

This entry was posted in Gianni D'Ambra and tagged , , . Bookmark the permalink.

3 Responses to E mentre casa mia sembra

  1. ZuZuli says:

    Buon giorno!

    Io ho ancora sonno, ma devo correre…Io i tappi non li sopporto, sono di un fastidio…

  2. HILLY83 says:

    Non ci posso credere! Li ho usati stanotte per non sentire i miagolii della gatta…e le cose sono due: o valgono due soldi o Alice ha una voce da far invidia a Katia Ricciarelli.

  3. oh, guarda che a parigi ci sono ora, mica 200 e rotti anni fa! :p:*

Rispondi