È venerdì.

Pensavo di arrivarci rotto ed effettivamente non è che sia tutto intero. Tra muscoli doloranti, notti brave e di poche ore di sonno. Questa mattina quando ha suonato la sveglia ho lasciato che il Liga la canzone la cantasse tutta.
Chiaramente anche questa mattina l’autobus mi è passato davanti un attimo prima che arrivassi alla fermata: un classico.Vorrei dilungarmi un po’, ma visto che ho un’oretta buona libera, la sfrutto per continuare nella stesura del libro. Tanto c’è chi corregge (vero Silvietti’?).
Spero che ieri sera vi siate goduti la vostra serata qualunque sia il vostro status.
Testa alta.

This entry was posted in Gianni D'Ambra, Romanzi and tagged , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to È venerdì.

  1. eL3cTr4 says:

    Che libro?????? 🙂

    Ciauuuu

    eL3cTr4

  2. nonscordarmi says:

    Sto scrivendo un libro “tutto quello che resta” un romanzo… sono a 3/4.. Bacio 🙂

Rispondi