Ho ancora la forza

Ho ancora la forza

Ho ancora la forza che serve a camminare,
picchiare ancora contro e non lasciarmi stare,
ho ancora quella forza che ti serve
quando dici: “Si comincia!”

Ho ancora la forza di guardarmi attorno
mischiando le parole con due o tre vizi al giorno,
di farmi trovar lì da chi mi vuole
sempre nella mia camicia.

Abito sempre qui da me,
fra chi c’è sempre stato e chi non sai se c’è,
al mondo sono andato,
dal mondo son tornato sempre vivo.

Ho ancora la forza di starvi a raccontare
le storie che ho già visto e quelle da vedere
e tutti quegli sbagli che per un
motivo o l’altro so rifare.

Ho ancora la forza di chiedere anche scusa
e fare la partita giocando fuori casa
e dirvi che comunque la mia parte
me la voglio garantire.

Abito sempre qui da me,
fra chi c’è sempre stato e chi non sai se c’è,
nel mondo sono andato,
dal mondo son tornato sempre vivo.

Ho ancora la forza e guarda che ne serve,
per rendere leggero il peso dei ricordi,
e far la conta degli amici andati e dire:
“Ci vediam più tardi, più tardi…”

Abito sempre qui da me,
fra chi c’è sempre stato e chi non sai se c’è,
col mondo sono andato,
col mondo son tornato sempre vivo.

This entry was posted in Gianni D'Ambra and tagged , , . Bookmark the permalink.

Rispondi