E un giorno capisci che

non puoi più vivere senza una lavastoviglie, che se avessi potuto, te la saresti messa anche di fianco al letto.
Letto, che stamattina è un agglomerato di cotone, segno che in qualche modo ti cercavo sopra e sotto il piumino.
E mentre faccio colazione guardando quel rossetto sulla bustina, so che devo chiederti la cosa più assurda.
Sorrido.

This entry was posted in Gianni D'Ambra and tagged , . Bookmark the permalink.

Rispondi