E poi – incredibilmente – ti ho sognata,

ma questo te lo racconto stasera.
Rido, pensando alla “pacca”.

This entry was posted in Gianni D'Ambra and tagged , . Bookmark the permalink.

Rispondi