Arriverai e come sempre riuscirai a mettermi alle corde,

prendermi in contropiede. Avrai forse il gusto del passato, magari la tranquillità del presente o semplicemente il fascino che può appartenere al futuro. Ti guarderò attraverso gli occhi suoi con di fronte un sorriso che non potrò eludere, perché saremo convinti di essere migliori di chi abbiamo lasciato alle spalle o, banalmente, che si tratti del momento giusto. Ci saranno giorni di pioggia come questo e messaggi utili a riempire il distacco tra un abbraccio e un altro. Il primo bacio e lo scambiarsi del sapore che da sconosciuto diventerà presto familiare, per poi farsi esigenza costante. La prima volta e il bisogno quasi atavico di aversi senza restrizioni, senza paletti, senza doveri se non nel dovere naturale dell’offrirsi tutto. Ci saranno sussulti nel cuore anche solo con uno sguardo, quel tipo di emozione che divampa e si ramifica dentro. L’alchimia dei pensieri simili nello stesso istante e prospettive comuni, il desiderio di progettare futuro che ci somigli. E ritornerò parte geloso e parte possessivo, volenteroso nel proteggerti. Ci saranno le prime frizioni, discussioni per la strada o al telefono, di incomprensioni evitabili, ma che non si riescono ad evitare mai. Le grosse risate, le ore piccole e passeremo momenti d’incanto semplicemente scambiandoci promesse, nell’urgenza di imprimere l’oggi nel domani, con le domeniche da passare passeggiando o infilati e stretti dentro il letto. Ci saranno lettere e regali per questa o quella circostanza e ci sorprenderemo costantemente, il legame si farà più saldo. Arriveranno poi le presentazioni in famiglia, la condivisione di amici e qualche persona che verrà a disturbare l’idillio. Ancora ci saranno i silenzi da condividere e l’esigenza imprescindibile l’uno dell’altra. Poi ci guarderemo, sarà passato tempo, tu non sarai più tu e arriveranno gli attimi delle valutazioni, delle prese di coscienza. Le carezze non avranno la stessa valenza, le parole non arriveranno dove vorremmo e qualche lacrima comincerà a farci visita. Io bramerò di trovare una soluzione – perché è nella natura maschile farlo, lei proverà a sfogarsi e finirà per l’accettare qualche consiglio sbagliato congetturato di qualche amica. Ci ritroveremo ad un passo dal baratro, sulla soglia dell’addio ed io ti cercherò e non riuscirò a trovarti, ma combatterò, perché sono così, mi conosci e quando ti credo vado fino in fondo. E starò male e starà male e approderemo all’ultimo errore possibile, lasciarci. E si ricomincerà da capo, proprio come ho fatto di questi tempi, un’altra messa in discussione, un altro evolversi, altri flirt utili per riempire il periodo e svuotarsi, sino ad un altro incontrarsi con te.
Ma forse, Amore, per una volta mi stupirai, ci eviterai l’ultimo errore possibile, ma capisci bene che mi meraviglierei se tu rimanessi. Nel mentre ti saluto e mi dedico alle mie cose, che tanto so bene come funzioni adesso: ci vedremo presto.

..E’ uno sguardo e un pensiero che non si riposa, è la vita che accade,
è la cura del tempo, è una grande possibilità..
Non è una sfida, non è una rivalsa, non è la finzione di essere meglio.,
non è la vittoria, l’applauso del mondo..
(Niccolo Fabi -E non è)

This entry was posted in Amore, Canzoni, Gianni D'Ambra, Stranezze and tagged , , , . Bookmark the permalink.

10 Responses to Arriverai e come sempre riuscirai a mettermi alle corde,

  1. Valerio Valerio says:

    Chiunque abbia avuto almeno un amore intenso, sono certo che si rivedrà in questi passaggi. Ciò non toglie, che in pochi riescono a mettere su carta (anche se in questo caso è carta virtuale) quello che il cuore trasmette alla mente.

  2. Gianni Gianni says:

    Io ci provo, alle volte riesce meglio, alle volte peggio, ma tentare e’ fondamentale 🙂

  3. Martina says:

    Buona domenica….
    Quello che hai descritto devo dire benissimo e con molto trasporto è tutto quello che molti desidererebbero vivere……tutti vorrebbero vivere un amore travolgente ma spesso invece si vive un amore a metà.
    Bella la nuova Pelle del blog 🙂

  4. Gianni Gianni says:

    Buongiorno Martina! 🙂
    Il problema è che proprio vivendolo si arriva al solito bivio, non conosco il tuo trascorso emotivo, ma avrai fatto caso nel mio, che le donne che ho amato le ho perdute (qualche volta per colpa loro, spesso per colpa mia) e l’unica alternativa sarebbe stata che oggi mi trovassi sposato o giù di lì, con una di loro, invece, come qualcuno mi dice scherzosamente: sono l’uomo che colleziona gli addii 🙂
    Vedremo che cosa succederà al mio prossimo innamoramento, intanto godiamoci questo presente, fatto di quello passioni che spesso proprio per colpa di Amore, devo rallentare.
    Grazie per la tua costante presenza e per i complimenti sulla nuova grafica! 🙂

  5. Martina says:

    Si ho fatto caso al tuo trascorso emotivo tra le righe dei tuoi pensieri….il mio è fatto di un amore..non so nemmeno io se posso definirlo tale ma sta di fatto che è finito bruscamente lasciandomi dentro tanta amarezza..tanta sfiducia e con sempre meno voglia di innamorarmi un’altra volta….
    Triste lo sa ma ad oggi è cosi’….
    Non devi ringraziarmi…..sta diventanto una piacevole abitudine quella di passare di qua 🙂

  6. Sabrina says:

    Penso che ognuno di noi abbia un proprio percorso..
    Forse questa è tutta una preparazione per quello che vivremo.. Forse è come dici tu: tutto un gioco.. Ma è il modo che hai di esprimere le tue riflessioni che mi colpisce forte..!
    Buona domenica!

  7. Gianni Gianni says:

    Quando finisce un amore.. Beh… l’amarezza, il senso di abbandono, ci massacrano.. Con il giusto tempo di recupero, Martina, vedrai che presto o tardi qualcuno saprà sorprenderti e ti stupirai di come sarà facile amare ancora 🙂
    Lo sai, sono un positivo cronico 🙂

  8. Gianni Gianni says:

    Io credo che il percorso ce lo facciamo da soli in larga parte, Sabrina, poi certo, ci sono anche quelle cose che accadono per caso e che sono piacevolmente sorprendenti 🙂
    Sono felice di emozionarti in una qualche maniera, buona Domenica a te!

  9. Francesca says:

    Intenso e scorrevole,profondo ma leggero…tiro giù il cursore tutto d’un fiato,mentre il cuore un pò si stringe.E’ proprio vero.”Arriverai e come sempre riuscirai a mettermi alle corde.” Poche parole,delicate e impalpabili,entrano dentro allo strano meccanismo che da sempre si chiama Amore.Complimenti.

  10. Gianni Gianni says:

    E il cuore che si stringe, è un po’ il vivere dei sentimenti, è la dimostrazione palese che ci siamo e che abbiamo ancora molto da dire, molto da fare. Arriverà, per me, per te, per tutti e riuscirà a vincere di nuovo la sua partita, vedremo questa volta come andrà a finire. Ti ringrazio per essere passata Francesca e per i complimenti e ti auguro un buon inizio di settimana 🙂

Rispondi