Archivio dei post

Categorie

L’alfabeto degli amanti

Come per l’acrobata, anche l’alfabeto degli amanti è stato un brano preda del mio desiderio canterino. Vi auguro un buon ascolto.

Clicca qui per scaricare l’alfabeto degli amanti nella mia interpretazione.

L’alfabeto degli amanti
(Michele Zarrillo)

L’alfabeto di tutti gli amanti comincia così,
con parole che invano cercavi lontano da qui.
E gli uccelli che scendono a bere dall’immensità,
hanno il volo fuggente e leggero della tua intimità.

Questo è il tempo di vivere te,
fino all’ultima parte di me
e non chiedermi dove e perché,
devi solo fidarti di me.

Oltre l’oro e l’avena dei campi nel cielo su noi,
l’assemblea delle stelle ci ascolta, toccarle vorrei.
E l’errore più grande a cui l’uomo può credere mai
è cercare lontano le cose che ha dentro di lui.

Questo è il tempo di vivere te,
fino all’ultima parte di me,
perché il mondo ha deluso anche te,
ora devi fidarti di me.
E l’errore più grande a cui l’uomo può credere mai
è cercare lontano le cose che ha dentro di lui.

Questo è il tempo di vivere te ,
fino all’ultima parte di me
e non chiedermi dove e perché,
devi solo fidarti di me,
fino all’ultima parte di me.