E se ne va così un altro grand’ uomo.

Cercando di razionalizzare, provo a pensare solo alla fortuna che ho avuto di poter navigare una lunga parte della mia vita, con lui. Grazie Peppe.. ti aggiungi alle altre stelle in alto del mio cielo.

Patapàn..

Sono arrivato ieri sera, un pò in ritardo, in aereo. Non c’è niente da fare, anche quando ci lavoravo la Meridiana non riusciva mai ad essere puntuale. Nemmeno mi sono cambiato, rimasto nel completo blu che avevo portato a lavoro durante il giorno, sono andato a prendere Manuela a casa e siamo andati all’Easton, deserto per l’occasione, dove mi sono mangiato un panino e ho bevuto un pò (troppo). Ero nella condizione brilla, ma senza stranimenti. Ho cantato qualche canzone, ma la voce impastata non mi ha permesso nulla di che ed ogni tre per due, mi si strozzava in gola. Non era la serata adatta. Più tardi è arrivato Nunzio e ci siamo salutati, sono andato a salutare Eleonora, Linda, Cristina e Passero a casa Biscione. D’altronde Eleonora mi aveva chiesto di passare per “spupazzarmi un pò” ^^ Ovviamente quando ha tentato di farlo, mi sono “dimenato” per evitarlo. Chi la capisce merita un premio. Provvidenziale il messaggio di Stella e sono andato a prenderla a casa di Martina, la sua migliore amica. Ha carpito che ero brilletto, ma il tutto coincideva anche con la contentezza di riaverla accanto. Ci siamo sganasciati dalle risate e abbiamo tentato anche di darci fiducia per la giornata che stava arrivando veloce: Stella, avrebbe dovuto togliere tutti i denti del giudizio, io il funerale. Ma il tutto è stato così divertente e così festoso che eravamo spalancati in sorrisi e tutto il resto, come spesso ci succede è andato in secondo piano. Indimenticabile il suo “approccio di dialogo” per fare amicizia. Non posso riportarvelo. Poi le ho dato i pensierini, presi per lei questa settimana. La seconda stagione di Dawson’s Creek, angeli e demoni di Dan Brown e Life: aforismi sulla vita di Paulo Coelho. Quest’ultimo, era quello al quale personalmente sono più legato, per via dell’importanza di questo autore nella mia crescita personale. Poi le ho detto una piccola bugia riguardo all’ultimo cd dei Subsonica, volevo sapere se lo aveva o meno. Volevo prenderglielo, e ho usato un escamotage per farmelo dire ^^ (ma che ti fanno Stella eh? Che ti dicono ^^ ;*). Sono felice 🙂 E’ incredibile l’apporto positivo che riesce a darmi…

Salutata per doveri, non per stanchezza, sono tornato a casa e dopo il rituale dei bellissimi e tenerissimi messaggi di buonanotte, ho provato a dormire. E ho sognato, tanto. Si chiaramente al centro c’era Stella, ma quando mi è sbucata Rossella ho palesato nel sogno che stavo sognando. Chiamiamolo pure incubo ^^ Mi sono svegliato che Stella appunto era appena arrivata a Roma dal dentista.. E poi non sono più riuscito ad addormentarmi. Ci siamo fatti coraggio entrambi ed è iniziato il calvario del funerale. Intenso, suggestivo e ovviamente triste. A mezzogiorno passato, Stella si è fatta viva. Ero un pò preoccupato e volevo sentire come stesse. Ha tolto un solo dente, dopo mi spiegherà meglio, ora merita del sano riposo. Ci aggiorniamo presto.. Passo..

This entry was posted in Amore, Gianni D'Ambra and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

Rispondi