“…me la tieni un attimo Gia’?”

Ok diciamocelo, non sono stato mai capacissimo con i neonati, ma quando Giulio mi ha passato Mia, me la sono fatta addosso.
Mi sono sempre piaciuti i bambini, anche se di solito il feeling nasceva con quelli un po’ più grandi, quelli delle prime parole e dei primi giochi.
Così trovarmi Mia fra le braccia è stato davvero tenero.
No, no, non sto dicendo che voglio diventare papà (restate indietro, era un’altra la considerazione!), ma che ho provato una dolce intesa con quel batuffolo di ciccia, borotalco e pigiamino rosa.
Mi guardava con quei due occhioni spalancati sulla mia faccia forse un po’ preoccupata di non farle male e con quel ciuccio in bocca che tenerissima stava succhiando e ho pensato, per la prima volta seriamente, che era fantastica.
So che per molti avere un neonato tra le braccia è una cosa normalissima, ma per me si tratta di una sincera novità e scoprire che mi piacciono, ancora di più.
Chissà cosa pensano nelle loro piccole testine.
Mentre sistemavo il computer di Giulio e Alessia, la ragazza delle melanzane e Silvia mi hanno fatto compagnia con squisiti messaggi.
Ci sentiamo dopo,
il “mammo”,
Come dice Alessia.

P.S. Quando riposto, vi rispondo ai commenti di ieri.

This entry was posted in Gianni D'Ambra, Stranezze and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to “…me la tieni un attimo Gia’?”

  1. utente anonimo says:

    Quando non piangono e non strillano, i bambini danno un senso di gioia che non è descrivibile!! E tenerli in braccio è davvero appagante!

    Un bacio, Elisa 🙂

  2. nonscordarmi says:

    No Eli, credimi, sembra finta! 🙂 L’alzi, la prendi, la giri, la scuoti! Sembra una bambola 🙂

    Cosi’ si, e’ stato proprio un piacere ^^

    Mi fa piacere che ti fai viva 🙂

    baciotto,

    il ‘mammo’

Rispondi