Ti osservo senza guardarti,

aspetto senza parlarti. Scorre il tempo e infila i giorni. Tutto inizia e finisce qui? Abbiamo dato poco conto a ciò che vi era di mezzo. Pensavamo fosse scontato e non lo era. Non poteva esserlo. Quello che si dà ha sempre un prezzo o almeno uno sforzo. Cosa ti rimarrà? Ho sempre dato importanza a quello che ho lasciato di me, vale anche questa volta. Egocentrico, forse. Ma lo sapevi, non l’ho mai nascosto. Non mi è mai piaciuto pormi a difesa, non ho mai amato la passività, molto più semplice andare che restare, molto più redditizio fare che mantenere. Questo è l’ultimo, almeno per te. Non azionerò nuovamente questi neuroni intorpiditi dal caldo per averti vicino.

This entry was posted in Gianni D'Ambra, Spiegazioni and tagged , , . Bookmark the permalink.

Rispondi