Lunedì. Pronti, partenza, via.

Eppure non sono stanco come in altre occasioni, sarà che ieri sera verso mezzanotte e mezza camminavo già il mondo dei sogni. Sarà che ho trovato un equilibrio in una qualche maniera nel disequilibrio che c’è stato prima di questa nuova vita. Sarà che quando le cose prendono il loro corso, non si può fare altro che viverle. È stato come salire per quasi due anni una scala sdruccevole e una volta arrivato, tu eri lì ad aspettarmi. Hai la testa dura, ma sei coerente e hai quel modo di amarmi che io proprio non immaginavo. Ti incastri perfettamente tra i miei pregi e i miei difetti e questa cosa a volte mi fa paura. Una paura bella, ovviamente. E così nell’intensità di tutto quello che abbiamo, Giovedì sera è arrivato il momento delle fedine, eri di un emozionato e di un felice disarmante e allo stesso tempo lo ero anche io, tanto da scatenare la reazione inaspettata e sentita di Manuela quando Sabato sera l’ha vista. Non ci credeva, non ci avrei creduto nemmeno io se non ti conoscessi, vivessi, respirassi e scoprissi così incredibile ogni giorno di più. Non sei una persona semplice, assolutamente, devo convenire con i discorsi fatti mesi fa. Non è facile starti dietro, come immagino non sia facile con me, ma ti stimo dapprima individualmente e non posso che essere fiero di averti accanto. Il naturale corso degli eventi. Anche quando discutiamo hai quel modo di tenermi testa che mi fa incazzare di più, ma quando è la fine ci capiamo e ci troviamo, perché la base rimane solida su noi due. E ho capito che è inutile arrabbiarsi, scazzarsi se qualcosa non gira esattamente come vorremmo, d’altronde c’è troppo in ballo per rovinarlo, troppo di bello, troppo di appagante, felice. Gli abbracci, il dialogo, le sorprese, le tenerezza, il cazzeggio, le risate, quel nostro modo unico di stare insieme e tutto quello che è nostro e soltanto nostro. Grazie per esserci, grazie per ogni attimo, per tutto l’impegno che ci metti: buon inizio di settimana, Amore.

This entry was posted in Amore, Gianni D'Ambra, Noi due, Spiegazioni and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Lunedì. Pronti, partenza, via.

  1. Francesca says:

    amore…e questo post lo userò per ricattarti,nei sei consapevole vero?!?ihihihihi carino descritto così,in realtà solo promontori by night potrebbe testimoniare del gran casino che è stato…che però alla fine s’è risolto-come sempre-nel migliore dei modi…ma non avevamo detto di non discutere più?!?ihihihihi buon lunedì amore,buon inizio di settimana…io indago per l’insettosauro,anzi,mi organizo ihihihih ops
    baciooooooooooooooo!!!

  2. Gianni nonscordarmi says:

    Ma guardala lei che mi scrive di soppiatto!:-) Ora ti registro come ti rivedo on line che almeno ti logghi in automatico per commentare.. Che devi fare con l’insettosauro? E dove? Sei un disastro:-) Il mio disastro.. sei tu il – modo migliore – Bacio Amore mio 🙂

Rispondi