e a chi se potesse lo estirperebbe dal calendario; a chi ha speso la tredicesima per fare i regali migliori e a chi la tredicesima non ce l’ha o l’ha usata per coprire le spese; a chi spera in una sorpresa che non si può comprare e che sa che non si potrà mai realizzare e a chi ha messo da parte i vorrei ed ha accettato di vivere per quello che c’è; a chi ha perdonato chi non sa perdonare e a chi ha saputo chiedere scusa; a chi ricorda le corse da bambini per aprire i regali sotto l’albero e a chi crede ancora a Babbo Natale; a chi festeggerà con l’abituale rimpatriata di famiglia e a chi invece se ne starà da solo; a chi lo passerà con un amore bello da stringere al petto e a chi dovrà pasteggiare l’amaro gusto della nostalgia; a chi avrà qualche lacrima per dei ricordi speciali e a chi guarderà il cielo pensando a chi è salito; a chi sopporta sempre senza mai sbuffare e a chi si arrabbia per le code del periodo; a chi dovrà passarlo in ospedale e a chi dovrà andarci a trovare qualcuno; a chi sarà impantanato nella neve e a chi la neve la vede solo in cartolina; a chi farà finta che tutto vada bene e a chi forse, finalmente si metterà in discussione. Qualunque sia il vostro modo di affrontarlo, il peso che gli darete, di cuore, davvero, vi auguro un buon Natale, con la stima e l’affetto che sapete,

Gianni

5 Responses

  1. Auguri..per un fantastico natale con le persone che contano..Che l’amore possa trionfare e la pace sconfinare per quel silenzio propizio di chi può e vuole fare perchè tutto accada.confidando in Dio sempre…un dolce abbraccio

  2. Grazie per gli auguri, spero il Natale vi abbia portato, al di la’ dei soliti perbenismi, tutto il bene che di certo meritate. Un abbraccio enorme…

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: