L’espressione che ti porti appresso, i sorrisi che regali in favore della circostanza,

i dubbi relativi sull’ultima scelta importante. La sigaretta fumata di corsa, la sensazione che quel vuoto non si colmi mai. La sveglia che suona troppo presto, la sveglia che non ha mai suonato, il treno che è passato. La notte che non riesci a dormire, la falsa idea che le cose arriveranno da sole e che non devi andarle a cercare. I sogni che non si realizzano o che quando realizzati non sono all’altezza delle aspettative. Una porta che non è mai chiusa, una porta che è fin troppo aperta. Quelle nuvole che hanno lasciato il passo al sole, quei pensieri che non riesci a scacciare, quella persona che vuoi rivedere. La pioggia inaspettata che ti sorprende, il primo freddo che senti fuori, e anche dentro. Il calore di un abbraccio che vorresti ancora, l’essersi spinti troppo oltre per credere che si possa tornare indietro. La curiosità di scoprire cosa c’è da vivere li avanti, l’intelligenza nel capire che il futuro non è soltanto fato. Le risate di gusto e le lacrime scese sincere. Un muro che non sai come abbattere e un altro che finalmente inizia a cadere. Quel ricordo che non si vuole staccare, quell’oggetto che è li per testimoniarlo. Quel vestito che avevi messo per un’occasione particolare, quel silenzio che fa troppo rumore per poterlo sopportare. Quel giorno che proprio non hai voglia, quello che vorresti non finisse mai. Quella parte che hai smesso di recitare, quell’apprezzarti per il bello e il brutto che sei. Quell’ambizione che è compagna fedele di vita, quel segreto che non puoi rivelare, quella voglia che devi tacere. Quel conto che è rimasto in sospeso e quello che finalmente hai finito di pagare.

This entry was posted in Gianni D'Ambra and tagged , . Bookmark the permalink.

4 Responses to L’espressione che ti porti appresso, i sorrisi che regali in favore della circostanza,

  1. marina says:

    si forse le cose cambiano, piano. Altre restano intatte altre speri o ti illudi(dipende dal punto di vista di certi giorni) possano venire..il Non è detto ..è sempre li,che gravita sulle nostre teste come a mezz’aria..ti sforzi giorno per giorno di trovare motivazione in ciò che fai e sei ..perciò a volte ti butti in nuove situazioni di vario genere credendo anche al destino e che lo puoi cambiare con la sola volontà..cerchi carezze perdute (perchè mai date)in un tempo che non appaga il tuo bisogno di emozione e amore.. il cercare potrebbe essere una motivazione solo che a volte vorresti tornare a respirare per ciò che sei ..senza bisogno di spiegazione per una complicità che prima non si doveva cercare..invece del solito “ancora un altro giorno “uffi!

  2. Gianni Gianni says:

    marina :

    si forse le cose cambiano, piano. Altre restano intatte altre speri o ti illudi(dipende dal punto di vista di certi giorni) possano venire..il Non è detto ..è sempre li,che gravita sulle nostre teste come a mezz’aria..ti sforzi giorno per giorno di trovare motivazione in ciò che fai e sei ..perciò a volte ti butti in nuove situazioni di vario genere credendo anche al destino e che lo puoi cambiare con la sola volontà..cerchi carezze perdute (perchè mai date)in un tempo che non appaga il tuo bisogno di emozione e amore.. il cercare potrebbe essere una motivazione solo che a volte vorresti tornare a respirare per ciò che sei ..senza bisogno di spiegazione per una complicità che prima non si doveva cercare..invece del solito “ancora un altro giorno “uffi!

    Bungiorno Mari, sono di corsissima, ma proprio prima di scappare mi sono accorto del tuo commento qui. Dunque, ci sono molte verità in quello che scrivi, ma in particolare, amo fotografare momenti e paradossi di quegli stessi momenti. Ci sguazzo in certe sensazioni, credo che la cosa che più di altre sono contento sia cambiata in questi ultimi mesi, è la mia nuova attitudine di saper godere, apprezzare, ogni sfumatura di ogni piccola cosa. Credo sia anche importante, avvertire curiosità per quello che sarà che la frustrazione perché non lo si conosce. Ti bacio, uno di questi giorni ti scrivo 🙂

  3. marina says:

    ragionissimo..è l’essenza del giorno a darti respiro..se la “senti”tanto da poterne penetrare il senso..tanto da poterla vedere..col cuore..
    Come diceva una frase:
    L’essenziale è invisibile agli occhi..(il piccolo Principe)

    Ti auguro una serena serata.. :)a presto,ti stringo

  4. Gianni Gianni says:

    marina :

    ragionissimo..è l’essenza del giorno a darti respiro..se la “senti”tanto da poterne penetrare il senso..tanto da poterla vedere..col cuore..
    Come diceva una frase:
    L’essenziale è invisibile agli occhi..(il piccolo Principe)

    Ti auguro una serena serata.. :)a presto,ti stringo

    Ed è assolutamente così, d’altronde non si possono razionalizzare le emozioni. Grazie per il pensiero e la presenza, un bacio:-)

Rispondi